La vita è degna di essere vissuta in ogni sua fase. Nessuno ha il diritto di interromperla o manipolarla: dal concepimento al termine naturale. “Per ogni cosa c’è la sua stagione, c’è un tempo per ogni situazione sotto il cielo: un tempo per nascere e un tempo per morire”, scrive l’Ecclesiaste. La quarantaseiesima Giornata Nazionale per la Vita rilancia una riflessione (“La forza della vita ci sorprende”) e ribadisce “l’impossibilità morale e razionale di negare il valore della vita, di ogni vita”.